Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Gp Austria

Maledizione Ferrari, disastro sul rettilineo. Vettel in testa, poi il dramma

Gran Premio d’Austria finito dopo 27 giri per Sebastian Vettel. Il ferrarista si trovava in testa quando, in pieno rettilineo, la sua gomma posteriore destra è esplosa, costringendo il tedesco della Ferrari al ritiro. "La gomma è esplosa all’improvviso, senza nessuna avvisaglia. Era tutto normale anche il passo era uguale rispetto al giro prima. Le mie prestazioni erano molto costanti, non c’era nessun segnale. È un punto interrogativo perchè la gomma si sia rotta così", ha affermato il pilota.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    03 Luglio 2016 - 20:08

    Vettel in testa per il gioco dei pit-stop! Non fatevi strane idee: la Ferrari oggi non vinceva neabche se avesse fatto un voto a Santa Barbara!

    Report

    Rispondi

  • Giumaz

    03 Luglio 2016 - 19:07

    Perchè Maglionne non mette capo della scuderia il suo caro compare di Rignano del quale tesse sempre le lodi? Chissa che trionfi potrebbero avere con a capo il grande statista. E magari nonno Giorgio a scrivere i regolamenti della F1, visto quant'è esperto nell'ingarbugliare le carte.

    Report

    Rispondi

  • leghistamonzese

    03 Luglio 2016 - 18:06

    Sportellate delle Mercedes nel giro finale A PARTE. La Ferrari ha letteralmente BUTTATO la possibile prima vittoria dell'anno, non facendo rientrare Seb a cambiare quelle gomme SUPERMORBIDE che non potevano (a macchina carica di combustibile) durare piu di 22/23 giri. Quindi concludendo BOX BOCCIATI. Buen Domingo.

    Report

    Rispondi

  • ivmanara

    03 Luglio 2016 - 17:05

    basta cambiare il fornitore di gomme

    Report

    Rispondi