Cerca

Da Napoli parte tour itinerante della salute di Fondazione Ania

Fino al 16 giugno toccherà altre nove città del Sud d'Italia

8 Giugno 2018

0

Roma, (askanews) - Check-up medici gratuiti per vista, udito, funzioni cardiache e concentrazione di monossido di carbonio nei polmoni, oltre a test psicologici per valutare la predisposizione verso malattie neurodegenerative. Il tutto in tempi rapidi e con l'ausilio di tecnologie innovative, per avere una consulenza offerta da specialisti che analizzano lo stato di salute e danno indicazioni per uno stile di vita sano. È lo scopo dello Street Health Tour, l'iniziativa della Fondazione Ania che parte oggi da Napoli e toccherà altre nove città di Campania, Puglia e Basilicata per concludersi a Salerno il 16 giugno. In

piazza Trieste e Trento è stato allestito un truck dove è stato

possibile effettuare check-up medici in forma totalmente gratuita. La struttura ha permesso di effettuare controlli a decine di persone.

Dopo il capoluogo campano il tour della fondazione Ania toccherà Benevento, Foggia, Barletta, Trani, Brindisi, Taranto, Matera, Potenza e, infine, Salerno.

Umberto Guidoni, segretario generale della Fondazione Ania: "Lo Street Health Tour è una iniziativa che l'Ania e il comparto assicurativo hanno lanciato circa un anno fa per dare la possibilità ai cittadini di fare check-up gratuiti che consentano loro di raggiungere un obiettivo, che noi come settore assicurativo stiamo propugnando, cioè la prevenzione. Riteniamo che le assicurazioni debbano occuparsi della sicurezza, della protezione e della prevenzione. Con questo tour, che toccherà varie città d'Italia, vogliamo sollecitare l'attenzione delle persone all'importanza di un corretto stile di vita e di un controllo preventivo che può evitare che ci possano poi essere conseguenze negative".

A fare gli onori di casa a Napoli il sindaco Luigi de Magistris che ha visitato il truck e incontrato i vertici di Ania: "Queste sono importanti iniziative per la prevenzione e per il coinvolgimento dei cittadini nella cura per la propria salute. Su questo il Comune è molto interessato tant'è che con l'assessorato ai Giovani è stato anche sottoscritto un protocollo. L'amministrazione - è molto interessata quando c'è una rete per il sociale, per la solidarietà, per la salute".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news