Cerca

Trento Smart City Week: tecnologie per una cita più semplice

Rossi: investire in ricerca per far crescere il territorio

18 Aprile 2018

0

Trento (askanews) - Le città intelligenti diventano, per chi le abita, più desiderabili, partecipate, efficienti, insomma: più vivibili. Ma il percorso per integrare tecnologie innovative nel vissuto collettivo dei contesti urbani è lungo e complesso. La Trento Smart City Week ha offerto un'importante vetrina sulle tecnologie digitali già sviluppate in questa prospettiva e su quelle ancora allo studio ma di grande importanza futura. "Una città smart è una città che riesce a semplificare al vita ai cittadini - afferma Nicola Zanella, dirigente dell'Ufficio Innovazione del Comune Trento - lo fa con la tecnologia, lo fa con i processi. Spesso nasconde la tecnologia in modo che i cittadini non abbiano neanche la necessità di imparare a utilizzare i servizi. I servizi dovrebbero essere immediatamente utilizzabili senza tanta fatica".

Sfruttare le nuove tecnologie dunque, per riorganizzare le città e rendere la vita dei cittadini più semplice, pratica e comoda: dalle app per segnalare emergenze, buche, o persone scomparse ai

portali per partecipare alla scrittura del nuovo piano regolatore; dai sistemi per migliorare la logistica delle merci e il traffico nel centro città, alle app per l'accesso ai propri dati sanitari via smartphone.

"Con questa app i cittadini posso accedere a tutti i propri referti, dal 2007 ad oggi, alle ricette farmaceutiche, che da noi sono completamente dematerializzate e alle ricette specialistiche - dice Diego Conforti, dirigente del Dipartimento Salute della Provincia Autonoma di Trento - Nei prossimi mesi rilasceremo delle innovazioni. Ad oggi, in soli tre giorni, sono state attivite già duecento applicazioni. Ci aspettiamo che questo servizio avrà un successo incredibile".

Ma le innovazioni di successo non si improvvisano. Per rendere una città smart servono investimenti in ricerca e sviluppo. E il Trentino, che investe nel comparto più del 2% del proprio Prodotto interno lordo, è in tal senso un buon esempio da studiare e seguire. "Ce lo dicono le migliori esperienze europee e mondiali: dove si investe in ricerca c'è sviluppo e economia che si fortifica, c'è capitale umano pronto alle sfide - ribadisce Ugo Rossi, presidente Provincia Autonoma di Trento - E quindi è chiario che anche i risultati dal punto di viste del benessere, del gettito fiscale del Pil prodotto e del valore aggiunto del territorio sono visibili. E la ricerca ne è un investimento fondamentale".

La Trento Smart City Week è stata organizzata da Provincia Autonoma, dal Comune e dall'università di Trento.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news