Cerca

Hans Ulrich Obrist: tutti fotografi, ma poche immagini restano

Piccola riflessione su presente del più famoso curatore

4 Aprile 2018

0

Milano (askanews) - Hans Ulrich Obrist, probabilmente il più noto curatore d'arte contemporanea al mondo (anche se la definizione è limitativa per la vastità di pensieri e interessi del direttore della Serpentine Gallery di Londra), ragiona sul presente in cui tutti "come ha detto Joseph Beuys, siamo tutti artisti", nella fattispecie fotografi. "Quello che conta sono le immagini che poi ricordiamo", ha detto Obrist a margine della presentazione della mostra di Torbjorn Rodland a Milano presso Osservatorio di Fondazione Prada.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news