Cerca

Di Maio: contratto con Pd o Lega ma senza Renzi e Berlusconi

La proposta "per un governo che guardi l'interesse del Paese"

4 Aprile 2018

0

Roma, (askanews) - "Possiamo parlare di alleanze, io voglio proporre ai miei interlocutori delle altre forze politiche un contratto di governo come si fa in Germania, perché adesso è in ballo l'interesse del Paese. Mettiamoci dietro a un tavolo, decidiamo le cose da fare con un contratto di governo, firmiamo di fronte agli itliani e si realizza il cambiamento del Paese".

Così Luigi Di Maio, candidato premier del Movimento 5 Stelle, intervistato a "Di Martedì" su La7 ha lanciato la proposta di

un contratto di governo programamtico, offrendolo indistintamente al centrodestra de-berlusconizzato e al Pd de-renzizzato.

"I miei interlocutori? - ha detto Di Maio - io mi rivolgo per primo a un Pd che deve scegliere se continuare a seguire la linea di Renzi, che è irresponsabile, o meno. Io mi rivolgo al Partito Democratico che ha Martina come segretario attuale e io credo che abbia un'opportunità, cioè recepire il messaggio degli elettori e abbia anche una responsabilità, perché loro hanno fatto questa legge elettorale".

"Poi l'altro interlocutore è la Lega, che però deve scegliere, perché abbiamo l'opportunità di cambiare alcune cose del Paese con un contratto, ma Salvini deve scegliere se mollare Berlusconi e iniziare a cambiare l'Italia o restare con lui e non cambiare nulla".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news