Cerca

Flavio Insinna si commuove: "Fabrizio, grazie per essermi amico"

Il conduttore recita la poesia di Borges ai funerali di Frizzi

28 Marzo 2018

0

Roma, (askanews) - Dopo la benedizione della bara, è Flavio Insinna a prendere la parola per salutare il 'suo' amico Fabrizio Frizzi e per recitare la poesia sull'amicizia di Jorge Luis Borges.

"Non posso evitare la tua sofferenza, quando qualche pena ti tocca il cuore, però posso piangere con te e raccogliere i pezzi per rimetterlo a nuovo. Non posso dirti né cosa sei né cosa devi essere, solamente posso volerti come sei ed essere tuo amico. In questo giorno pensavo a qualcuno che mi fosse amico, in quel momento sei apparso tu; non sei né sopra né sotto né in mezzo, non sei né in testa né alla fine della lista. Non sei né il numero uno né il numero finale e tanto meno ho la pretesa di essere io il primo, il secondo o il terzo della tua lista. A me basta che tu mi voglia come amico. E allora ho capito che siamo veramente amici. Ho fatto quello che farebbe qualsiasi amico: ho pregato e ho ringraziato Dio per te. Grazie per essermi amico".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news