Cerca

"La dolce Vitti", a Roma in mostra la vita di un'attrice unica

Fino al 10 giugno al Teatro dei Dioscuri al Quirinale

7 Marzo 2018

0

Roma, (askanews) - Si initola "La dolce Vitti" la mostra fotografica ospitata fino al 10 giugno al Teatro dei Dioscuri al Quirinale che ripercorre le vite, le svolte, lo stile, i film della grande attrice. Monica Vitti viene raccontata dai primi anni della formazione, quando si chiamava ancora Maria Luisa Ceciarelli e frequentava l'Accademia Silvio D'Amico, e attraverso tante foto si mostrano le sue esperieze teatrali, con Zeffirelli, Eduardo, Albertazzi, Vittorio De Sica.

Il doppiaggio de "Il grido" di Michelangelo Antonioni la portò ad una grande svolta: con il regista girò "L'avventura", "La notte", "L'eclisse" e "Deserto rosso" e divenne la musa del cinema d'autore, fino a quando arrivò nella sua vita la commedia, che la fece amare dal grande pubblico. Da "La ragazza con la pistola" a "Dramma della gelosia", "Polvere di stelle" o "Amore mio aiutami", divenne l'unica donna a recitare a fianco dei grandi attori, Giannini, Gassman, Tognazzi, Manfredi e soprattutto Sordi, diretta da Monicelli, Scola, Risi.

Il curatore Nevio De Pascalis spiega:

IN 00.53 OUT 01.08

"E' rimasta un'attrice unica probabilmente perché al di là delle sue doti da attrice, forse perché è riuscita ad arrivare nel cuore della gente, attraverso i suoi film, attraverso la televisione, è sempre stata un'attrice sincera".

L'ultima parte della mostra porta in luce la Vitti diva sulle copertine dei giornali di tutto il mondo, ma anche l'autrice e sceneggiatrice dei film del marito, Roberto Russo, e il suo lato più popolare in tante apparizioni televisive.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news