Cerca

Sicilia, Partigiani del Pd: si dimetta classe dirigente partito

Antonio Rubino: "necessaria fase ricostituente"

7 Marzo 2018

0

Palermo (askanews) - "Pensiamo che si debba dimettere tutta la classe dirigente del Pd e avviare una rigenerazione del Partito Democratico". La sconfitta del Pd brucia soprattutto in Sicilia, dove il magro risultato ottenuto dai dem, era già stato paventato da una frangia di componenti della segreteria regionale, che dopo essersi dimessi ha dato vita a un movimento interno al partito: i Partigiani del Pd. A guidarli è Antonio Rubino: "Oggi il Pd ha mostrato uno scollamento pesante col nostro popolo. Noi non siamo per rottamare nessuno, siamo per rigenerare il Pd, e pensiamo che questo vada fatto all'interno di una fase ricostituente del Pd".

Ad aver penalizzato il Pd, per i Partigiani dem è stata la gestione attuata dal segretario dimissionario Matteo Renzi: "Noi abbiamo denunciato una gestione del partito che non ci ha convinto - ha detto Rubino -, una formazione di liste che non rappresentavano la società siciliana e i risultati ci hanno dato ragione. E' evidente che ci sono responsabilità collettive anche di chi come noi ha guidato il partito, poi le responsabilità principali ricadono su chi ha fatto le scelte. E noi non abbiamo fatto scelte su come presentarci alle elezioni. Ci sembra giusto che chi ha avuto delle responsabilità se le assuma fino in fondo. Siamo di fronte al risultato più basso delle forze democratiche della sinistra, dal 1992".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news