Cerca

Aspettando gli Oscar: caso Weinstein, Messico e glamour

I giornalisti si preparano con un occhio a Del Toro

3 Marzo 2018

0

Los Angeles, (askanews) - Piove sul Sunset Boulevard ma Hollywood non si lascia spaventare e i preparativi per la novantesima cerimonia della consegna degli Oscar vanno avanti, fra giornalisti, red carpet e tante anticipazioni. Sarà come sempre una serata di glamour ma non solo. Il caso Weinstein e la campagna contro le molestie alle donne pesano come una rivoluzione sulla serata al Kodak Theatre, come dice la giornalista polacca Kinga Rusin:

"Mi aspetto bei vestiti, belle ragazze ben pettinate e grandi star ma spero anche qualche discorso serio."

E di discorsi seri da fare ce ne sono tanti, sottolinea il giornalista spagnolo Arturo Martinez: "Uno dei produttori ha detto che vogliono concentrarsi sulla celebrazione del cinema ma penso che non riusciranno a evitare gli scandali, soprattutto sul caso Weinstein. E sono sicuro che qualche star salirà sul palco non solo per parlare di molestie ma forse anche del controllo sulle armi".

Altro grande tema, l'emersione del cinema del Messico con Guillermo Del Toro in pole position con il suo "La forma dell'acqua", per l'ovvia soddisfazione dei giornalisti messicani come Salvador Franco: "Sarà un anno molto emozionante per il Messico e il cinema latino americano. Se Del Toro vincerà l'Oscar come miglior regista, raggiungerà gli amici Alfonso Cuaròn e Alejandro Gonzalez Inarritu, che l'hanno già vinto per "Gravity", "Birdman" e "Redivivo". Sarebbe pazzesco, sarebbe il terzo messicano in quattro anni a vincere la statuetta".

E anche questo in clima di polemiche sull'immigrazione e muri con il Messico voluti dalla Casa Bianca è un tema serio su cui discutere.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news