Cerca

Oltre le polemiche, le star francesi che sostengono il #metoo

Alla cerimonia dei César tutti compatti

3 Marzo 2018

0

Parigi, (askanews) - Attori e attrici francesi ai César, gli Oscar francesi, sono andati al di là delle polemiche e sostengono l'importanza della campagna #metoo contro le molestie alle donne. Ai César i francesi hanno scelto di portare un nastrino bianco invece dell'all black che ha contraddistinto le cerimonie in Usa. Una risposta implicita alla lettera delle donne francesi firmata anche da Catherine Deneuve che chiedeva di non andare troppo oltre per non distruggere il desiderio.

Ecco una carrellata degli attori intervistati sul red carpet a Parigi: nell'ordine Jeanne Balibar, Julie Gayet, Gilles Lellouche, Juliette Binoche e Jean Pierre Bacri .

"Certo che ho il nastrino bianco. Vuol dire che speriamo di creare un movimento per le donne che non hanno i mezzi di pagarsi un avvocato per difendersi nei casi di stupro e molestie" dice Jeanne Balibar.

Per Julie Gayet, "si è molto parlato e ci sono state tante polemiche ora bisogna agire. Bisogna dare mezzi alle associazioni che lavorano sul territorio".

"Certo che è importante, siamo tutti coinvolti, a meno di avere un cervello preistorico.

Da molto tempo c'è questo problema nel cinema francese, meno male che adesso esplode" dice Gilles Lelouche.

"E' importante perché apre la via per altre persone, è giusto che si parli tutti a una voce sola, è incredibile" dice la star internazionale Juliette Binoche.

"Certo che è importante, pensa che le direi "non è importante chi se ne frega delle donne?" Non porto il nastrino bianco perché non voglio l'effetto gregge, preferisco dire quello che penso quando lo penso, ma sono un femminista accanito" conclude Jean Pierre Bacri.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news