Cerca

Curatrice mostra Hiroshige: Il suo ramo di susino colpì Van Gogh

Rossella Menegazzo: per potenza della linea che rompe lo sguardo

28 Febbraio 2018

0

Roma, (askanews) - "Questo è un ramo di susino, all'interno di questo giardino dei susini a Kameido, ed è una delle stampe che appartengono alle cento vedute di luoghi famosi di Edo, della capitale Tokyo. E' la stampa che ha colpito forse maggiormente Van Gogh, che l'ha scelta come modello per copiarla a olio su tela, quindi senza tutto il processo di stampa, probabilmente proprio per la potenza della linea che decisa rompe lo sguardo e anche la superficie del foglio, con queste linee decise a zig zag, in primissimo piano, che è anche un po' l'ultima evoluzione della tenica compositiva di Hiroshige": lo ha affermato Rossella Menegazzo, docente di storia dell'arte dell'Asia orientale all'Università degli studi di Milano, curatrice della retrospettiva "Hiroshige, Visioni dal Giappone", dedicata al grande "maestro della pioggia e della neve", tra i più influenti artisti giapponesi di metà Ottocento, di 30 anni più giovane di Hokusai.

L'esposizione - aperta al pubblico dal 1 marzo al 29 luglio 2018 - comprende 230 opere, tra silografie policrome ottimamente conservate e provenienti dal museo di Boston e dipinti su rotolo; sette i 7 percorsi tematici.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news