Cerca

Usa, informazioni intelligence top-secret interdette per Kushner

Per il Russiagate indagini sugli affari di Trump con Mosca

28 Febbraio 2018

0

Washington (askanews) - Il genero di Donald Trump e suo principale consigliere alla Casa Bianca, Jared Kushner non potrà più avere accesso alle informazioni più sensibili

dell'intelligence americana.

Il documento di declassamento non è stato firmato dal capo dello staff della Casa Bianca, John Kelly, ma arriva in un momento molto delicato: l'ex funzionario di governo Rob Porter, cacciato dopo lo scandalo delle violenze contro la ex moglie, infatti, ha detto che almeno una decina di dipendenti della Casa Bianca continuavano a leggere informazioni top-secret, nonostante glielo avessero vietato.

Tra questi appunto Kushner che ha continuato ad accedere ai documenti più riservati, tra cui il daily brief del presidente, il memo giornaliero con le informazioni d'intelligence più importanti e sensibili.

Il Washington Post, inoltre, ha scritto che diversi Paesi stranieri, tra cui Cina, Arabia Saudita, Israele e Messico hanno valutato la possibilità di fare pressioni sui business, sulle difficoltà finanziarie e sull'inesperienza in politica estera di Kushner per manipolarlo e avere in cambio accordi favorevoli con gli Stati Uniti.

Trump comunque ha già fatto sapere che non interverrà e lascerà a Kelly la decisione finale sul declassamento di Kushner che, in ogni caso, resta al suo posto.

Ma i guai per Trump non finiscono qui. Secondo la Cnn, infatti, il procuratore speciale Robert Mueller, che indaga sul Russiagate, cioé sulle presunte interferenze di Mosca nelle presidenziali americane che hanno portato Trump alla Casa Bianca e sulle possibili collusioni tra lo staff di Trump e il Cremlino, starebbe indagando sugli affari del tycoon in Russia prima della sua candidatura alla Casa Bianca nel 2016.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news