Cerca

Elezioni 2018, dalla Sicilia arrivano i "Partigiani del Pd"

Nuovo strappo interno e nuova grana per Matteo Renzi e il Pd

16 Febbraio 2018

0

Palermo (askanews) - "I partigiani del Pd nascono per ribellarsi al un modello di partito che non appartiene né a noi, né al popolo del Pd".

Si definiscono i "partigiani del Pd" e sono il nuovo grattacapo di Matteo Renzi. L'ennesimo strappo in casa dem parte dalla Sicilia, dove 4 dirigenti della segreteria regionale si sono dimessi per dar vita al nuovo movimento. All'origine della frattura, neanche a dirlo, l'impronta data al partito dal segretario nazionale e come sono stati decisi i candidati. Il leader del movimento è Antonio Rubino.

"Queste liste - ha spiegato - non rappresentano né il Pd siciliano né la società siciliana. Abbiamo posto un problema politico. Spetta al segretario nazionale dare una risposta al politico che abbiamo posto.

I Partigiani del Pd, però, non vogliono essere intesi come l'embrione di un nuovo partito, piuttosto come dei "separati in casa" in vista del giorno dopo le elezioni, il 5 marzo 2018 quando sarà indispensabile sedersi attorno a un tavolo coi vertici del Partito democratico, come ha spiegato anche Antonio Ferrante, ex componente della segreteria regionale del Pd.

"Se il metodo rimane quello applicato per la costituzione delle liste - ha detto - non è possibile parlare due lingue diverse. Dopo il 5 marzo il Pd deve tornare a fare e ad essere per come lo abbiamo voluto e costruito".

"I Partigiani non è una corrente, è un movimento che va oltre le correnti e trasversale alle aree e alle sensibilità interne al Pd. Siamo in contatto con tutte le città d'Italia, dalla Lombardia all Emilia al Lazio alla Campania, alla Calabria".

Il simbolo della loro battaglia è una piccola resistenza elettrica sul taschino della giacca, un simbolo la cui storia inizia nel 92, all indomani delle stragi di mafia, periodo in cui si è formata questa nuova generazione politica siciliana, come ha spiegato Fabio Teresi.

"Questo era il segnale di chi voleva resistere contro ogni violenza e sopraffazione - ha detto - ci è venuto naturale riprenderla in mano perché anche questa la consideriamo una sopraffazione e un atto di prepotenza".

In attesa della prima manifestazione nazionale dei Partigiani del Pd, in programma il 25 febbraio 2018 a Palermo, ad aderire al progetto sono soprattutto i giovani.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news