Cerca

Bersani: disponibili a parlare con M5S ma un'alleanza è difficile

Berlusconi fa proposte che ci hanno portato vicini alla Grecia

15 Febbraio 2018

0

Roma, (askanews) - "Disposti a parlare con i Cinque Stelle siamo sempre stati ma un accordo è molto difficile", ha detto Pierluigi Bersani in una intervista ad askanews.

"Il problema dell'Italia adesso non è la governabilità tecnica, cioè un Parlamento che riesce a fare un governo, ma un problema più serio di governabilità vera, ossia di un rapporto decente tra cittadini e istituzioni, perchè se dilaga la sfiduca e il distacco non c'è governabilità che tenga" ha detto l'esponente di LIberi e Uguali. Noi adesso abbiamo un sistema proporzionale, mascherato da maggioritario ma è proporzionale, è l'occasione per rappresentare, cioè la gente deve votare dove la porta il cuore, dopo di che il Parlamento dovrà sbrogliare la pratica se ne avrà la forza.

"Noi sentiamo di dover rappresentare, con quattro-cinque punti su equità, lavoro, sanità, scuola, fisco, precarietà, e non parleremo con nessuno che non sia disposto a ragionar di questo, di fare cose politiciste non abbiamo interesse. Ci interessa in prospettitva ricostruire una grande area progressista basata sui valori della sinistra di governo e non faccia il mestiere degli altri, della destra. Disposti a parlare con i Cinque stelle sì, disposti come sempre siamo stati ma naturalmente sapendo che fare accordi è molto difficile con una formazione solispistica, una monade che pensa di risolvere tutto al suo interno".

Silvio Berlusconi ha proposto un nuovo condono, prima quello edilizio, ora fiscale. "Non ha mai fatto altro che condoni quest'uomo qua" dice Bersani. "Se vogliamo andare avanti così, schiacciando l'occhio all'illegalità, all'evasione fiscale, al condonismo, avanti così arriviamo, come arrivammo con quelle cure lì, a un passo dalla Grecia. Noi siamo in salita perché puntiamo sul civismo, per pagare meno bisogna pagare tutti chi ha di più deve dare di più. Il welfare va mantenuto, perfezionato, qualificato, ma potenziato. Non ci deve essere nè povero nè ricco per un problema di salute; tutto questo presuppone fedeltà fiscale".

Liberi e Uguali ha presentato una proposta economica che si basa sulla ricetta più investimenti per aumentare la crescita. "La base è quella" commenta Bersani. "Il lavoro non lo dai con bonus, sgravi, lo dai con gli investimenti. Orientiamo a questo tutto il sistema, c'è una riorganizzazione del sistema fiscale molto importante e c'è un'idea di dove farli questi investimenti: innovazione industriale ma soprattutto un grande piano di manutenzione del territorio; economia verde, dissesto idrogeologico, non possiamo lasciar deperire il nostro patrimonio. Questo è tutto lavoro anche qualificato importante".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news