Cerca

Facchinetti e Fogli: viviamo Sanremo con emozione e leggerezza

Anche l'ex Pooh Red Canzian sul palco: ognuno fa suo percorso

10 Febbraio 2018

0

Sanremo (askanews) - Sono dei veterani dei Festival di Sanremo ma non basta per vincere l'emozione legata al palco dell'Ariston: archiviata l'avventura dei Pooh, e la reunion di un anno fa per l'ex componente della band, Riccardo Fogli e Roby Facchinetti sono in gara con "Il segreto del tempo", che fa parte del progetto discografico "Insieme".

"Stiamo vivendo questo Sanremo con un po' di leggerezza e di emozione perché quel palco non è facile, siamo convinti di avere un brano importante con il testo di Pacifico e tutto questo ci tranquillizza". "La canzone ci coinvolge molto, un po' c'è tensione, un po' questa amicizia ci coinvolge perché ci parliamo, ci raccontiamo, ammettiamo che eravamo molto tesi, non sappiamo nemmeno come togliere questa tensione, forse non vogliamo".

A convincerli a partecipare al Festival è stata la chiamata del direttore artistico, Claudio Baglioni.

"Claudio ad un certo punto ci ha chiamato, due minuti dopo abbiamo tolto il brano che era destinato al disco, ci ha messo le mani Facchinetti e siamo qua, per effetto di Baglioni per il rispetto che ci sta dando, che sta dando alla musica, il fatto di poter cantare tre quattro minuti e quello che ci serve per esprimerci, l'orchestra straordinaria ci rassicura molto". "Il Festival ci piace moltissimo perché la musica è la grande protagonista, si è sempre detto che Sanremo doveva essere un mix di cose perché doveva fare i conti con i numeri, si facevano dei Festival con ingredienti anche diversi rispetto alla musica, invece quello di Claudio è dedicato completamente alla musica, riesce a fare grandi numeri e questo ci fa davvero piacere".

Sul palco del 68esimo Festival c'è anche un altro ex Pooh, Red Canzian: che effetto fa vedere l'amico e collega di una vita da concorrente in gara? "I Pooh hanno finito la loro storia il 30 dicembre 2016, ognuno continua a fare musica e ci siamo trovati sullo stesso palco di Sanremo, non c'è nulla di strano perché ognuno ha la sua storia musicale.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news