Cerca

Macerata, tensioni tra polizia e neofascisti di Forza Nuova

Contusi e fermi alla manifestazione non autorizzata

9 Febbraio 2018

0

Macerata (askanews) - Forti momenti di tensione giovedì 8 febbraio 2018 a Macerata, nelle Marche dove alcuni militanti del movimento neofascista Forza nuova hanno sfilato per le vie della città in una manifestazione, non autorizzata, per esprimere il loro sostegno nei confronti di Luca Traini, il 28enne che sabato 3 febbraio ha sparato nel centro in un raid razzista contro gli immigrati della città per vendicare la morte di Pamela Mastropietro, uccisa e fatta a pezzi da un cittadino nigeriano. Così Roberto Fiore, leader di Forza nuova.

"Chiaramente non possiamo condividere quello che ha fatto Traini - ha detto - ma lo difendiamo nel momento in cui viene trasformato in un mostro perché anche lui è vittima dell'immigrazione selvaggia".

Ci sono stati almeno 6 contusi e una decina di fermi da parte della polizia nei confronti dei militanti che hanno preso parte alla protesta, alla quale sabato 10 febbraio, nonostante il parere contrario del sindaco Carancini, seguirà una marcia dei centri sociali, alla quale hanno aderito anche esponenti politici di diversi schieramenti.

E proprio la politica fa da sfondo ai tragici fatti di Macerata con il continuo botta e risposta, in piena campagna elettorale, tra i leader dei partiti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news