Cerca

Mobilità, con Quadro4 il meglio di auto e scooter

Tecnologia svizzera e design italiano per 4 ruote rivoluzionario

7 Febbraio 2018

0

Roma, (askanews) - Paolo Gagliardo, ceo di Quadro Vehicles, azienda ticinese ma dal cuore italiano e non solo nel design, affronta negli studi di askanews i temi della nuova mobilità presentando Quadro, un nuovo concetto che ha destato grande interesse. Uno scooter a 4 ruote, anzi, come precisa Gagliardo, qualcosa di diverso:

"Ne siamo entusiasti, perché si tratta del meglio dei due mondi. Non è uno scooter perchè tecnicamente ha la struttura ingegneristica di una auto, motore montato al centro, doppia trazione posteriore, quindi un oggetto anche sfizioso dal punto di vista tecnologico. Ma non è un'auto perchè bascula, si guida quindi come uno scooter. Dico il meglio dei due mondi perchè è sicuro come una auto, avendo quattro ruote, con sensazione di guida unica sia in rettilineo che in curva, allo stesso tempo ha l'agilità dello scooter, per cui nel traffico urbano si presenta e si guida con la stessa agilità dello scooter. Stiamo quindi lavorando per definirlo, la definizione la presenteremo al prossimo Salone di Ginevra. La cosa veramente interessante è proprio che siamo di fronte ad un nuovo concetto di mobilità. Siamo partiti dal presupposto che ormai nelle grandi città l'auto è sottoposta a grande critica, per il traffico, il parcheggio, dunque le persone perdono molto tempo, così come per i percorsi commuting, fuori città-dentro città. C'è poi il problema della ZTL. Insomma molti problemi per chi sceglie l'automobile. Poi ci sono gli scooteristi, con altri problemi, dalla qualità delle strade alla pioggia, al senso di sicurezza che uno scooter spesso non fornisce in una grande città. Quindi pensiamo che questo nostro nuovo concetto di mobilità soddisfi entrambe le esigenze. Cioè guidare un quattro ruote come uno scooter, e basta la patente B, avendo la sicurezza di una piccola automobile".

Si diceva del cuore italiano:

"Noi siamo un'azienda svizzera, la tecnologia è svizzera e si basa sul nostro brevetto HTS, quello che consente la basculazione ma in maniera molto tecnologica. Per i tre ruote dei nostri concorrenti la soluzione è meccanica, noi invece abbiamo un sistema idraulico più avanzato e leggero. Insieme all'impostazione svizzera c'è senz'altro sullo stile e il design un grande cuore italiano. Così come nel management".

La mobilità è il grande problema delle città dell'oggi e il tema su cui costruire le città del domani:

"Ci divertiamo in questo momento anche a ragionare sugli sviluppi, Quadro potrebbe essere anche un veicolo commerciale, di trasporto, può quindi diventare un tassello importante che risolve i problemi. Un tassello che oggi non esiste perchè effettivamente grazie alla nostra tecnologia noi siamo gli unici al mondo ad avere questo tipo di veicolo. Un veicolo senza concorrenti".

"Il veicolo è già sul mercato ma in maniera un pò timida. Con il lancio di nuove motorizzazioni e nuovi concetti pensiamo di lanciarlo nel miglior modo possibile".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news