Cerca

Angelina Jolie tra i rifugiati siriani: basta violenze in Siria

"Gli aiuti umanitari non sono soluzione a lungo termine"

29 Gennaio 2018

0

Roma, (askanews) - Angelina Jolie, da anni ambasciatrice delle Nazioni Unite, ha visitato il campo di Zaatari, in Giordania, che ospita i rifugiati siriani, e ha lanciato un appello affinché si ponga fine alla guerra che va avanti da anni in Siria.

"L'UNHCR non ha le risorse necessarie nemmeno per occuparsi dei beni di prima necessità per la sopravvivenza delle famiglie, lo scorso anno ha ricevuto solo il 50 per cento dei fondi di cui necessita e appena il sette per cento quest'anno".

"Dopo sette anni di guerra la maggior parte dei rifugiati siriani ha esaurito i suoi risparmi. La gran parte di loro vive al di sotto della soglia di povertà, con meno di tre dollari al giorno. Immaginate cosa vorrebbe dire per le vostre famiglie. Significa che non si hanno soldi per il cibo, i bambini non possono ricevere cure mediche, le ragazze sono vulnerabili e condannate a matrimoni precoci e molti siriani affronteranno un altro inverno senza un adeguato rifugio".

"Sappiamo che il problema principale non è che le persone non sanno tutto questo, ma la mancanza di un processo politico e diplomatico credibile, basato sul diritto e le leggi internazionali, che porti alla fine delle violenze".

"Gli aiuti umanitari non sono una soluzione a lungo termine"

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news