Cerca

Ue, Marini: Regioni pronte a partecipare a negoziati post 2020

Ok all'Alleanza per la coesione

25 Gennaio 2018

0

Roma, (askanews) - "Le Regioni sono pronte a partecipare, già da questa prima fase, non solo ai negoziati per il post 2020, ma anche a riaffermare l'importanza della politica di coesione per tutte le regioni europee". A spiegarlo è stata la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, parlando al termine della Conferenza delle Regioni.

"Tutte le regioni hanno condiviso all'unanimità l'adesione all'alleanza per la coesione, che è stata promossa, a livello europeo, dal comitato delle Regioni, alla quale stanno aderendo sia associazioni di enti locali, come i rappresentanti dei comuni e delle regioni, sia le Regioni singolarmente, e peraltro accanto a questa adesione unitaria che facciamo come Conferenza delle Regioni, intendiamo farne anche un'altra come singole regioni", ha spiegato Marini.

L'obiettivo è quello di partecipare, già da questa prima fase, "non solo ai negoziati per il post 2020, ma anche per riaffermare l'importanza della politica di coesione per tutte le regioni europee, e non solo per quelle che sono in ritardo di sviluppo, per essere parte anche del dibattito politico che si è aperto sulle modalità di finanziamento della politica di coesione dopo il 2020. I fondi strutturali - ha concluso Marini - sono un perno centrale delle politiche regionali, e per le politiche di investimento che le regioni portano avanti, l'intento è quello di mettere al centro del dibattito europeo il tema della politica di coesione, e soprattutto evitare che l'impatto finanziario che ci sarà nel nuovo bilancio, in parte per Brexit, in parte per finanziare nuove politiche, ricada interamente su una riduzione dei fondi strutturali e quindi della parte finanziaria che anima la politica di coesione".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news