Cerca

Balotta (Oss. Trasporti): deragliamento per inefficienza gestione

"Risorse manutenzione ci sono, ma pendolari protestano"

25 Gennaio 2018

0

Milano (askanews) - Il deragliamento del treno a Pioltello può essere stato provocato o da un cedimento strutturale dello scambio da quello di un carrello del convoglio: sono le ipotesi riferite da Dario Balotta, presidente dell'Osservatorio nazionale delle liberalizzazioni nelle infrastrutture e trasporti, presente sul luogo dell'incidente. "Tutti gli incendi si possono e si devono evitare - ha detto Balotta ad askanews - sembra evidente che qualche intervento sulla manutenzione non è stato fatto o non è stato controllato bene lo scambio oppure il carrello era in condizioni logore". Per Balotta "sembra molto strano che questo sia avvenuto perchè le risorse per la manutenzione del materiale rotabile ci sono, vengono spese. Il punto è che questo è inspiegabile. Di certo sappiamo che tutti i giorni i pendolari protestano e il sistema ferroviario regionale funziona malissimo. Può darsi che in questo contesto si siano anche da ritrovare le motivazioni di questo incidente, qualcosa che non funziona sicuramente c'è".

Le ipotesi dalle dinamiche emerse finora possono essere due: "Un cedimento strutturale dello scambio, e da qui si spiega il treno andato metà da una parte e metà dall'altra, oppure un cedimento del carrello del treno, che ha circa 35 anni, è abbastanza vecchio ma i carrelli vengono monitorati, revisionati, c'è una manutenzione ciclica - ha spiegato Balotta - le motivazioni probabilmente sono da ricercare nei meccanismi gestionali che sono inefficienti, lo si vede dai disagi quotidiani dell'organizzazione ferroviaria che ha molto ancora da fare per essere come quella dei paesi nord europei".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news