Cerca

Afghanistan, sede di Save the Children sotto attacco a Jalalabad

Esplosa dapprima un'autobomba poi c'è stato un conflitto a fuoco

24 Gennaio 2018

0

Jalalabad, Afghanistan (askanews) - La sede dell'organizzazione umanitaria Save the Children a Jalalabad, nell'est dell'Afghanistan, è stata colpita da un attacco sferrato alle prime ore dell'alba del 24 gennaio 2018.

Secondo le prime testimonianze verso le 5.40 ora italiana un'auto-bomba è esplosa davanti all'ingresso del complesso di Save The Children, dove in seguito è entrato un gruppo di uomini armati facendosi strada a colpi di lanciarazzi. Undici feriti sono stati portati in ospedale", ha segnalato il portavoce del governo provinciale, Attaullah Khogyani ma il bilancio è ancora incerto.

Si tratta di un modus operandi piuttosto consolidato con cui i ribelli si aprono una breccia innescando un'esplosione e poi sparando all'impazzata per introdursi nell'edificio preso di mira. Almeno un veicolo dell'ong ha preso fuoco, sprigionando una densa nube di fumo nero.

L'attentato segue di quattro giorni quello a un grande albergo di Kabul, rivendicato dai talebani, che ha provocato una ventina dei morti tra i quali quattordici stranieri.

Jalalabad, capoluogo di Nangarhar alla frontiera con il Pakistan, è caratterizzata da una forte presenza di talebani ed esponenti dell'Isis, che hanno allestito in vari distretti di questa provincia il proprio quartier generale in Afghanistan.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news