Cerca

Più Europa con Bonino con simbolo Tabacci, risolto il caso firme

"Senza la lista di Emma Bonino saremmo più poveri"

4 Gennaio 2018

0

Roma, (askanews) - Colpo di scena nella vicenda di +Europa con Emma Bonino; sciolto il dilemma della firme per la presentazione delle liste dei candidati; +Europa sarà presente alle elezioni grazie al simbolo del Centro democratico di Bruno Tabacci. Un gesto generoso ha detto Bonino, che "consentirà a noi, a te con noi, a te con noi Più Europa con Emma Bonino di essere presente alle elezioni politiche del 4 marzo per offrire questa opzione agli italiani".

La nuova legge elettorale obbliga solo chi non è già presente in Parlamento a trovare 25mila firme autenticate entro il 29 gennaio, collegio per collegio. Il raccordo tra +Europa e Centro Democratico evita l'ostacolo. Spiega Tabacci: "Consideriamola una scelta di servizio alla democrazia".

E' presto, però, per dire se ci sarà un'alleanza con il Partito Democratico, che aveva offerto il suo supporto per la raccolta delle firme. "Ovviamente noi ci collochiamo nel centrosinistra; per l'apparentamento vedremo, vedremo".

E' essenziale ha detto Tabacci avere una lista pienamente europeista: "Non credo che il tema dell'Europa sia assolutamente protagonista nelle menti degli italiani, e tuttavia chi ha onestà intellettuale deve sapere che questa cosa è centrale e deve essere capace di spiegarla".

Appuntamento il 13 gennaio a una assemblea congiunta delle due formazioni: per discutere di liste, di candidati, ma anche di apparentamenti futuri. "Questa nostra lista è l'unica vera novità di questo passaggio elettorale. Consentiteci il tempo di respirare, di sentire i nostri partiti, di convocare questa assemblea ma quello che sappiamo è che non siamo più obbligati a partire da domani con le firme".

E a chi le ricorda che Beatrice Lorenzin non ha fatto fatica ad apparentarsi col Pd risponde: "Chi? Lorenzin? Beata lei."

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news