Cerca

I palestinesi rispondono a Trump: non siamo in vendita

Dopo il tweet minaccioso: taglieremo aiuti internazionali

3 Gennaio 2018

0

Roma, 3 gen. (askanews) - "Non siamo in vendita": così l'ufficio del presidente palestinese Abu Mazen risponde alla Casa Bianca.

Al centro delle polemiche per il riconoscimento di Gerusalemme come capitale di Israele, il presidente Donald Trump ha lanciato un tweet incendiario minacciando di tagliare gli aiuti americani all'ANP se i palestinesi rifiutano di sedersi al tavolo della pace.

Si tratta di fondi di oltre un milione di dollari l'anno ma non sono essenziali secondo Ahmad Majdalani, membro del comitato esecutivo dell'OLP.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news