Cerca

La scelta "sostenibile" di Eurizon

Amumentare profitti con focus su ambiente, sociale e governance

27 Novembre 2017

0

Milano (askanews) - Gli investimenti sostenibili, attenti ai fattori ambientali, sociali e di governance delle imprese, si stanno diffondendo sempre più fra gli investitori. La loro diffusione ha raggiunto importanti traguardi a livello di patrimoni e di performance, un segnale chiaro della svolta sostenibile che il mondo della finanza sta vivendo. Compito del gestore diventa quindi quello di identificare le aziende con elevati standard di governance e che tengano conto dei principi di responsabilità sociale, perché nel medio periodo sono quelle che avranno una profittabilità maggiore, come spiega Corrado Gaudenzi, Responsabile del team Long Term Sustainable Strategies di Eurizon, la società di gestione del risparmio del Gruppo Intesa Sanpaolo:

"Sempre più l'opinione pubblica mondiale è consapevole che c'è una fortissima interazione tra il business delle aziende, l'ambiente e la qualità della vita delle persone e questa opinione pubblica esercita delle pressioni crescenti per la salvaguardia del pianeta e per migliorare la qualità della vita delle persone - ha spiegato - Le aziende stanno rispondendo a queste pressioni alcune cercando di limitare gli impatti negativi del loro business sull'ambiente, sulla società, ma noi osserviamo comportamenti anche più efficaci, più lungimiranti di aziende che riescono a individuare prodotti e servizi che oltre a generare un profitto economico riescono anche a migliorare la qualità dell'ambiente e la qualità della vita delle persone".

Eurizon è da sempre impegnata sul fronte della sostenibilità, prima a offrire nel 1996 i fondi etici, fino a estendere la scorsa primavera i principi Esg (environment, social, governance) a tutto il processo di investimento.

"Come società di gestione - ha spiegato Gaudenzi - abbiamo integrato l'analisi della sostenibilità dei profitti aziendali in tutto il nostro processo di investimento ma con intensità diverse, escludiamo da tutti i prodotti le aziende che hanno aspetti molto negativi, molto controversi e inoltre abbiamo sviluppato dei prodotti specifici dove l'analisi di sostenibilità viene affiancata all'analisi di natura fondamentale per identificare le aziende nelle quali investire attivamente".

Tra i prodotti che utilizzano criteri di social responsability il fondo azionario Eurizon Fund Sustainable Global Equity.

"In questo prodotto - ha sottolineato Gaudenzi - utilizziamo simultaneamente l'analisi fondamentale e l'analisi di sostenibilità, partiamo da universo investibile di circa 1700 aziende e alla fine ne identifichiamo 180 su cui diversifichiamo il nostro investimento. Il processo di selezione si articola in due fasi nella prima fase utilizziamo tutti gli indicatori di analisi fondamentale che ci consentono di identificare un sottoinsieme di aziende che hanno fondamentali solidi e una buona redditività, nella seconda parte del processo utilizziamo il punteggio di sostenibilità per individuare le circa 180 aziende su cui alla fine andiamo investire. Questo punteggio di sostenibilità - ha proseguito Gaudenzi - elaborato internamente si basa sulle informazioni, su come le aziende impattano sull'ambiente e sulla società su come loro sono in grado di gestire questi impatti ed è quindi questa la nostra stima del grado di probabilità che queste aziende hanno di mantenere e aumentare nel tempo i propri profitti, per questo i target di questo fondo sono aziende con vantaggi competitivi sostenibili".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news