Cerca

Negramaro tornano dopo la crisi: "siamo più forti di prima"

La band salentina racconta il nuovo album "Amore che torni"

17 Novembre 2017

0

Torino (askanews) - Voltare pagina per ricominciare, i Negramaro con il loro ultimo album "Amore che torni" segnano un "nuovo inizio" dopo la crisi che li ha portati a un temporaneo sciolglimento del gruppo, che fino ad ora non era stato reso noto. A spiegare come sono usciti da questo "buco nero" è il cantante Giuliano Sangiorgi.

"Amore che torni" penso sia l'album più accecante dei Negramaro, pieno di luce che pensavamo di non vedere. In realtà l'abbiamo vista e messa a fuoco nel disco, abbiamo passato un momento buoi come spesso succede nelle famiglie più rispettabili, tante crisi abbiamo vissuto e non le abbiamo mai raccontate, ma questa volta avevamo la voglia di raccontarla proprio perchè la luce che ne veniva fuori da questo buco nero era così accecante così bella che ci ha portato necessariamente a raccontarvela".

Dopo una lite e qualche parola di troppo, Sangiorgi si è rifugiato per due mesi a New York, al suo ritorno, ritrovarsi con gli amici di sempre è stato naturale. "Amore che torni" è tutto questo, è tutto quello che è tornato dentro di noi, sono tutti i nostri ritorni anche quelli sperati, non solo da noi ma da chi ascolterà le nostre canzoni e rivedrà un universo che non è soltanto di questa storia ma l'universo di ognuno di noi".

Un album che musicalmente torna alle origini del gruppo, senza troppi barocchismi e che affronta anche temi importanti come l'immigrazione e i tanti, troppi morti in mare, in "Per uno come me". "Amore che torni" passa attraverso questi temi per poter raccontare anche di una consapevolezza che chiunque si butterebbe per salvare quelle povere anime, mi auguro che fermando il pensiero su quell'immagine, chiunque saprebbe di non avere scelta. E' una certezza, io ne sono certo".

Una speranza ritrovata capace di rinnovatore la voglia di cantare, davanti al pubblico. I Negramaro infatti saranno impegnato in sei maxi concerti negli stadi: il 24 giugno a Lignano, il 27 a San Siro, il 30 all'Olimpico di Roma, il 5 luglio a Pescara, l'8 a Messina e il 13 a Lecce.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news