Cerca

Catalogna, nei sondaggi aumenta sostegno all'indipendenza

Ma nell'intenzione di voto il nuovo parlamento sarebbe simile

31 Ottobre 2017

0

Roma, (askanews) - Dopo il referendum del 1 ottobre proibito da Madrid e le violenze della polizia spagnola, torna a crescere il numero di catalani che vorrebbero l'indipendenza dalla Spagna. È il risultato del macrosondaggio di opinione condotto dal Centre d'Estudis d'Opiniò (Ceo) della Generalitat, il governo autonomo della Catalogna, pubblicato con cadenza trimestrale. In particolare, secondo l'inchiesta demoscopica, i favorevoli all'indipendenza sarebbero il 48,7%, contro il 43,6% di contrari: un aumento del 7,6% degli indipendentisti.

Secondo il sondaggio, il 64,6% degli intervistati sono convinti che la Catalogna abbia un livello insufficiente di autonomia, il 23% crede che sia un livello sufficiente, mentre solo il 5,4% ritiene che l'autogoverno della regione sia eccessivo.

In termini elettorali, il parlamento regionale fotografato dal sondaggio è molto simile a quello sciolto da Madrid con la convocazione d'autorità di nuove elezioni da parte del governo centrale per il 21 dicembre. Junts Pel Sì (Uniti per il si), la lista elettorale catalana indipendentista, vincerebbe le elezioni ottenendo fra i 60 e i 63 deputati, gli unionisti di Ciudadanos sarebbero la seconda forza con 25-26 deputati, seguirebbero il Partito socialista catalano (17-19 deputati), la sinistra di Catalunya SìQueEsPot (12-14), la destra del Partido popular (10-11) e gli indipendentisti radicali della lista anticapitalista, Candidatura d'unitat popular (Cup) (8-9).

Il sondaggio è stato realizzato fra il 16 e il 29 ottobre, quindi in buona parte prima della dichiarazione di indipendenza del Parlamento catalano e la sospensione dell'autonomia della Catalogna da parte di Madrid.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news