Cerca

Siria: a Deir Ezzor, ex bastione Isis, si continua a combattere

L'esercito di Damasco aveva spezzato l'assedio a settembre

31 Ottobre 2017

0

Deir Ezzor, Siria (askanews) - A Deir Ezzor, ultimo bastione dell'Isis nella Siria orientale si continua a combattere. Un sottomarino russo ha lanciato tre missili da crociera Kalibr dal Mediterraneo orientale contro obiettivi dello Stato islamico in settori della località tuttora nelle mani dei miliziani islamisti. Lo ha reso noto il ministero della Difesa di Mosca.

L'esercito siriano, ai primi di settembre, aveva spezzato l'assedio organizzato per tre anni dai guerriglieri dello Stato islamico contro la guarnigione di 5.000 truppe governative e una parte della popolazione che erano riusciti, strenuamente e incredibilmente, a resistere nel silenzio dei mass media internazionali.

Strategica per il controllo della regione al confine con l'Iraq e per la creazione di un arco sciita da Teheran a Beirut, 140 chilometri a sud di Raqqa, altra roccaforte dell'Isis, la zona è ricca di petrolio ed è anche nel mirino degli interessi curdi.

La rottura dell'assedio di Deir Ezzor era stata ottenuta grazie a una massiccia offensiva delle forze siriane lungo l'asse Palmira-Eufrate, sostenute dal supporto aereo della Russia, impegnata sul teatro con elicotteri e cacciabombardieri. Ma le resistenza dei miliziani di al Baghadi è ancora tenace e l'esercito di Damasco combatte con fatica per eliminare le ultime sacche di resistenza.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news