Cerca

Trump: l'Iran ha sistematicamente violato l'accordo sul nucleare

Ma Mosca, Londra, Parigi e Berlino restano vincolate all'intesa

14 Ottobre 2017

0

Washington (askanews) - I nemici sono come le mogli, meglio collezionarli. Sembra pensarla così il presidente degli Stati Uniti Donald Trump che, nel mezzo di una complessa, drammatica e frustrante crisi nucleare con la Corea del Nord, ha deciso di riaprire il contenzioso sulla stessa materia con l'Iran.

Teheran ha violato più volte l'accordo sul nucleare ha detto Trump, annunciando la sua decisione di non ufficializzare il rispetto da parte dell'Iran dell'accordo sul nucleare sottoscritto il 14 luglio del 2015 da Barack Obama, dalle autorità iraniane e dagli altri membri del cosiddetto 5+1, Gran Bretagna, Francia, Russia, Cina e Germania. Una decisione comunque interlocutoria che lascia ricadere sulle spalle del Congresso la responsabilità di decidere se imporre nuovamente le sanzioni rimosse, mettendo definitivamente fine all'intesa.

"L'Iran non rispetta lo spirito degli accordi" ha detto Trump. "Per questo oggi, a causa della minaccia crescente posta dall'Iran e dopo ampie consultazioni con i nostri alleati, ho deciso di annunciare una nuova strategia per rispondere alle azioni distruttive messe in campo dall'Iran. Agiremo di concerto con i nostri alleati per opporci alla destabilizzante attività del regime iraniano e al suo sostegno ai terroristi nella regione", ha concluso il presidente degli Stati Uniti.

A mettere in dubbio le parole di Trump ha però provveduto un comunicato congiunto della premier britannica Theresa May, della cancelliera tedesca Angela Merkel e del presidente francese Emmanuel Macron che conferma i capisaldi dell'accordo sul nucleare iraniano concluso nel 2015. "Restiamo vincolati all'intesa e alla sua piena applicazione da tutte le parti", si legge nella nota.

Anche la Russia, altro artefice principale dell'accordo, respinge al mittente le parole di Trump, liquidate come un elemento del dibattito interno agli Stati Uniti. Il ministero degli Esteri russo ha infatti denunciato la strategia annunciata dal presidente Trump nei confronti dell'Iran definendola una "retorica aggressiva e minacciosa", ribadendo che l'accordo con Teheran sul nucleare resta valido.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news