Cerca

Borsellino, Mattarella: troppi errori nella ricerca della verità

"Sua tragica morte deve avere definitiva parola di giustizia"

0

Roma (askanews) - "La sua tragica morte insieme a coloro che lo scortavano con affetto deve ancora avere una definitiva parola di giustizia, troppe sono state le incertezze e gli errori che hanno accompagnato il cammino nella ricerca della verità sulla strage di via D'Amelio e ancora tanti sono gli interrogativi sul

percorso per assicurare alla giusta condanna i responsabili di

quel delitto efferato". Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella durante il discorso di apertura del plenum del Consiglio superiore della magistratura, che ha presieduto.

All'ordine del giorno la delibera della Sesta Commissione, relatori i Consiglieri Ercole Aprile e Antonio Ardituro, che autorizza la pubblicazione di tutti gli atti e i documenti relativi al percorso professionale del giudice Borsellino, dal suo ingresso in magistratura, nel 1963, fino alla tragica morte del 19 luglio 1992, quando vennero uccisi anche 5 agenti della sua scorta.

Tutta la documentazione, custodita per 25 anni nel caveau di Palazzo dei Marescialli sarà online sul sito istituzionale del Consiglio e, come avvenuto per Giovanni Falcone, l'intera documentazione è stata raccolta e pubblicata in un volume dal titolo "L'antimafia di Paolo Borsellino".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news