Cerca

Spazio, a Baikonur proseguono i preparativi pre-volo di Nespoli

Lancio venerdì 28 luglio. Mattarella al centro spaziale di Matera

0

Baikonur (askanews) - L'ultima volta che ha visto la Stazione spaziale internazionale, dal finestrino della sua Sojuz in fase di rientro, è riuscito a girare queste straordinarie immagini: attraccati alla base orbitante c'erano lo shuttle Endeavour al suo ultimo volo e il modulo cargo europeo Atv.

Era il 23 maggio del 2011; a distanza di 6 anni, l'astronauta italiano dell'Esa Paolo Nespoli, a 60 anni, si prepara a tornare a bordo dell'Iss per la terza volta. A Baikonur, in Kazakhstan, si susseguono i preparativi in vista del lancio della navetta Sojuz Ms-05 in programma per il 28 luglio 2017, alle 17.41 ora italiana. Dopo sole 6 ore, Nespoli e i suoi colleghi dell'Expedition 52-53, Sergej Rjazanskij e Randy Bresnik, si uniranno a Fyodor Yurchikhin, Jack Fischer e Peggy Whitson a bordo della stazione spaziale.

Nespoli e i suoi colleghi, nei giorni di quarantena che precedono il lancio, sono occupati in particolare nelle verifiche dell'equipaggiamento e della navetta che dovrà traghettarli verso il modulo Rassvet dell'Iss.

La missione che l'Agenzia spaziale italiana (Asi) ha affidato a Paolo Nespoli si chiama Vita, acronimo di Vitality, Innovation, Technology e Ability e prevede 13 esperimenti scientifici italiani che si aggiungeranno ai circa 200 condotti, in campo internazionale, in collaborazione con le diverse agenzie spaziali che partecipano al progetto della Stazione spaziale.

Per Nespoli si tratta della seconda missione di lunga durata ed è la terza delle 6 che la Nasa ha messo a disposizione dell'Asi nell'ambito di un accordo seguito alla consegna dei moduli logistici, Leonardo, Raffaello e Donatello, quest'ultimo attraccato in modo permanente all'Iss. Il Made in Italy, in effetti, ha un'importanza fondamentale per la cosiddetta space economy e per il programma Iss, basti pensare che circa il 50% del volume abitabile della stazione è stato costruito in Italia.

Proprio per rendere omaggio a quest'eccellenza, lunedì 17 luglio il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accompagnato dal presidente dell Asi, Roberto Battiston e dai vertici di Leonardo-Finmeccanica, Giovanni De Gennaro e Alessandro Profumo, ha voluto far visita al Polo Spaziale di Matera, tra le più avanzate infrastrutture spaziali in Europa nel campo della ricerca, dello sviluppo e del monitoraggio del pianeta dallo Spazio.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news