Cerca

L'Italia continua a bruciare: roghi e paura in tutto il Paese

Più incendi in Sicilia, poi Puglia, Calabria, Campania e Lazio

0

Roma (askanews) - L'Italia continua a bruciare: sono migliaia nelle ultime ore gli interventi dei Vigili del Fuoco su tutto il territorio nazionale per contrastare gli incendi che stanno distruggendo boschi e vegetazione. Secondo la Protezione civile, co-responsabili dei roghi, spesso di natura dolosa, sono l'estrema siccità e le alte temperature che favoriscono lo sviluppo degli incendi.

Dispiegati centinaia di mezzi antincendio, elicotteri di diverse Forze armate e aerei Canadair a supporto degli oltre 800 uomini in azione.

È la Sicilia la zona più colpita con 458 operazioni di spegnimento nella giornata di martedì 11 luglio e centinaia già nella sola mattinata di mercoledì 12 luglio. Seguono la Puglia, la Calabria, la Campania e il Lazio.

Le maggiori criticità sono state evidenziate, appunto in Sicilia, nel Catanese e nei comuni del Siracusano. Ma c'è grande apprensione anche in Campania dove bruciano le pendici del Vesuvio nei comuni di Ercolano, Torre del Greco e Boscotrecase. Una colonna di fumo denso e aria irrespirabile ha costretto le forze dell'ordine a far evacuare le abitazioni della zona.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news