Cerca

Brasile, manifestazioni e scioperi contro il governo di Temer

Blocchi in alcune città e scontri con la polizia

0

Brasilia (askanews) - Tensione in Brasile dove si sono registrati incidenti nella giornata di mobilitazione nazionale contro le misure di austerità imposte dal governo e contro il presidente Michel Temer, nell'occhio del ciclone per le accuse di corruzione, su cui la camera bassa voterà giovedì per il via libera a procedere.

I sindacati avevano inizialmente lanciato un appello allo sciopero generale che era stato annullato per la bassa adesione. Problemi, invece, si sono verificati a Rio de Janeiro dove i manifestanti hanno bloccato alcune strade con barricate e

bruciando pneumatici, con code lunghe anche decine di chilometri.

A San Paolo, la capitale economica del Paese, un gruppo di una

ventina di persone ha costruito barricate per bloccare una via

del centro e le forze dell'ordine hanno disperso i manifestanti

con l'aiuto di granate stordenti.

In particolare i manifestanti protestano contro due misure messe in campo dal presidente: la riforma delle pensioni e la liberalizzazione del mercato del lavoro.

"Con l'aumento degli investimenti, con l'accelerazione dei consumi e le azione che stanno riducendo il tasso di interesse, molto presto avremo il definitivo ritorno alla crescita. Il Brasile sta camminando, anche se alcuni vogliono fermarlo" ha detto Temer replicando alla protesta popolare.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news