Cerca

La sfida di Maire Tecnimont: nuovo rapporto cliente-supplier

A Milano il meeting con circa 120 fornitori da tutto il mondo

0

Milano (askanews) - Insieme rappresentano circa 520 miliardi di euro di fatturato e una forza lavoro di oltre 2 milioni di professionisti in tutto il mondo. Sono i numeri della supply chain del Gruppo Maire Tecnimont, azienda italiana leader nei settori della tecnologia, ingegneria e costruzione di grandi impianti industriali. Circa 120 fornitori strategici da 30 Paesi, che ogni anno contribuiscono allo sviluppo delle commesse di Maire Tecnimont, sono stati invitati a Milano, nel quartier generale del gruppo ingegneristico italiano. L'obiettivo? Promuovere una relazione cliente-supplier più propositiva e incentrata su una maggiore integrazione che, facendo leva sulla collaborazione industriale, porti benefici a tutti. Una collaborazione, insomma, quella fra contractor e fornitori, che diventa fondamentale per creare valore, come ha spiegato Pierroberto Folgiero, amministratore delegato Maire Tecnimont: "Le collaborazioni industriali in un momento di petrolio così basso sono il motore per recuperare quell'efficienza e quella profittabilità che ci chiedono i clienti. Il settore - ha sottolineato - è una riserva di valore che ci dobbiamo andare a prendere lavorando in una maniera diversa con la supply chain".

Questo nuovo modo di proporsi al mercato è stata la sfida lanciata all'evento milanese denominato "Seenergy". Paolo Mondo, Vice President Group Procurement Maire Tecnimont: "Seenergy è un'immagine, un'evocazione che ha in sè gli elementi chiave: la visione, della nostra azienda, l'energia, che oggi la nostra azienda esprime, e lo sforzo di creare valore con la nostra supply chain, creare appunto sinergia".

A fare gli onori di casa e a introdurre i lavori, il presidente di Maire Tecnimont, Fabrizio di Amato. Poi sono saliti sul palco l'amministratore delegato Folgiero, Luca Cordero di Montezemolo e Roberto Nava, di Bain & Company.

Al meeting si è parlato anche di Procurement, la funzione responsabile per l'approvvigionamento di materiali e appalti, che ha assunto un ruolo sempre più strategico nella realizzazione "chiavi in mano" di mega impianti e rappresenta oggi uno degli strumenti più efficaci a disposizione di un'azienda evoluta per creare valore e aumentare la propria competitività.

Oggi la parola chiave del Gruppo è sinergia. Sinergia che diventa ancora più importante ora che Maire si è aggiudicata la commessa più grande della sua storia, il mega progetto Amursk in Russia, strategico per l'intero piano di sviluppo del Governo russo di vendita del gas sul mercato cinese.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news