Cerca

#EveryChildIsMyChild: "Basta alla guerra in Siria", lo spot

Da Totti a Favino, tutti in campo per dire no al conflitto

0

Roma, (askanews) - #EVERYCHILDISMYCHILD: è l'hashtag con cui un gruppo di artisti (e cittadini) chiede con urgenza un intervento diplomatico internazionale a tutela dei bambini nei territori di guerra - e in particolare in Siria. L'iniziativa, nata all'indomani del disastroso attacco chimico del 4 aprile 2017 a Khan Shaykhun in Siria, ha raccolto l'adesione di artisti e personaggi pubblici, scrittori, attori, registi, autori, musicisti, atleti. A quella campagna fa seguito l'impegno a svolgere attività per finanziare progetti a sostegno dell'infanzia proprio in quelle aree di crisi, con una serie di manifestazioni coordinate da Daniele Silvestri.

Il primo evento in calendario - presentato alla Casa del Cinema alla presenza di Silvestri - è "Every child is my child - Live for Syria": il 5 agosto a partire dalle 17 sino a notte inoltrata, nel Parco Archeologico di Vulci (VT), un insieme di artisti, attori, musicisti, cantanti, registi, scrittori, comici attenderà il pubblico per un raduno, una festa, un concerto e tanti laboratori. All'evento parteciperanno attori, musicisti, registi, artisti di diverse estrazioni. Saranno presenti, tra gli altri, oltre a Silvestri, Emma Marrone, Ermal Meta, Fabrizio Bosso, Frankie HI-NRG MC, Marina Rei, Paolo Genovese, PierFrancesco Favino, Tosca D'Aquino.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news