Cerca

Pisapia: "una legge elettorale che porta a ingovernabilità"

Ci servivano riforme e il voto anticipato le rende impossibili

0

Roma, (askanews) - Legge elettorale che porta all'ingovernabilità, voto anticipato che frenerebbe le indispensabili riforme: sono le critiche dell'ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia, che ha annunciato nei giorni scorsi l'intenzione dare forma a un grande centrosinistra alternativo, senza il Pd.

"Credo che sia una legge elettorale che purtroppo porta all'ingovernabilità del paese, e questo è estremamente grave è oltretutto rischioso perché in questo momento abbiamo bisogno di una maggioranza coesa, per questo ho sempre creduto alle coalizioni con il premio di maggioranza alla coalizione" ha detto Pisapia intervistato da askanews.

Quanto al possibile voto anticipato, "credo fosse necessario dare più tempo al parlamento per le riforme indispensabiligià approvate da una delle due camere: la legge sulla concorrenza, lo ius soli, la legge sulla tortura, norme che possano rilanciare lo sviluppo e l'occupazione. Era fondamentale, ma questa accelerazione renderà impossibile procedere per le riforme e creare le condizioni per il rilancio del paese".

Lo sbarramento al 5% è una sfida per i partiti minori. "Noi vogliamo creare una coalizione di un nuovo centro sinistra all'interno di una possibile lista elettorale. Credo che sono sfide da affrontare, l'importante è che ci sia l'impegno di tutti senza discriminazione sulle persone ma con dei punti fermi sui contenuti". Quanto a una possibile alleanza con il PD dopo il voto, Pisapia non si sbilancia. "Io le alleanze volevo farle prima delle elezioni. Le alleanze dopo le elezioni avevano un senso nel passato quando i partiti contavano. Oggi fare alleanze poste elettorali ha sempre portato a situazioni disastrose per il paese."

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news