Cerca

L'astronauta Thomas Pesquet contro Trump: irresponsabile su clima

Il francese rientrato a Terra dopo sei mesi nello spazio

0

Roma, (askanews) - È rientrato da qualche giorno sulla Terra l'astronauta francese dell'Esa Thomas Pesquet, rimasto in orbita sulla Stazione spaziale internazionale per sei mesi con la missione Proxima. Atterrato in Kazakhstan il 2 giugno, a bordo della navetta Soyuz Ms-03 insieme al comandante russo Oleg Novitskiy, ha raccontato, entusiasta, l'esperienza.

"La prima boccata d'aria fresca è stata come un overdose di sensazioni" ha detto parlando del ritorno a casa. E sulla permanenza nello spazio: "La sensazione del galleggiamento è molto piacevole, è come sentirsi totalmente liberi, e ancora oggi ogni movimento mi costa un po' di fatica. Avevo come l'impressione di avere degli elastici attaccati alle braccia...".

"La gravità alla fine è un grande elastico che tiene tutto a terra. Lo ammetto, mi manca la sensazione del galleggiamento".

Ma Pesquet non ha perso l'occasione di attaccare le politiche del presidente americano Donald Trump sul clima e la sua decisione di uscire dagli accordi di Parigi. Il viaggio spaziale gli ha dato anzi maggior consapevolezza. "Ora voglio incoraggiare ancora di più le persone a fare qualcosa per l'ambiente. E quando vedo decisioni, come quella del presidente degli Stati Uniti, ... non voglio parlare di politica ma credo sia davvero da irresponsabili, e non lo penso solo io, ma la maggior parte delle persone".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news