Cerca

Rostec: società italiane interessate a nostro settore difesa

L'ad Sergey Chemezov: "purtroppo" ci sono le sanzioni

0

San Pietroburgo (askanews) - "Molte aziende italiane vorrebbero collaborare con noi nel settore della difesa", ma a causa delle sanzioni "purtroppo" non è possibile, mentre la cooperazione nel campo della produzione civile è la "variante flessibile attualmente percorsa. Così ad askanews Sergey Chemezov, amministratore delegato di Rostec Corporation, presidente dell'Unione russa per l'ingegneria e la meccanica, nonchè generale delle forze armate russe.

Rostec è una società di Stato russa istituita alla fine del 2007 per promuovere lo sviluppo, la produzione e l'esportazione di prodotti industriali high-tech per il settore civile e della difesa. Riunisce circa 700 entità che formano 14 holding: undici operano nel settore dell'industria della difesa e tre nel civile. Rostec fornisce merci a oltre 70 Paesi in tutto il mondo. E oggi realizza il 60% della produzione militare russa.

In occasione del Forum Economico di San Pietroburgo Chemezov ha partecipato a una tavola rotonda, organizzata dall'associazione Conoscere Eurasia. "Come Rostec, abbiamo lavorato con molte aziende italiane. Il nostro partner principale è Pirelli, con cui abbiamo acquisito un'impresa che è oggi la nostra joint venture. Ossia due impianti di pneumatici, a Voronezh e Kirov".

Voronezh è stato rinnovato, Kirov continua la sua ristrutturazione, che sarà completa entro la fine del 2017.

La nostra joint venture fa reddito, è stata progettata soprattutto per il mercato russo. Ma nel momento in cui ci sono state flessioni di mercato interno, i pneumatici sono stati esportati anche all'estero".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news