Cerca

"L'inganno" a Cannes, Kidman: più spazio alle donne registe

Film di Sofia Coppola sul ruolo delle donne in Virginia nel 1864

0

Roma, (askanews) - Un film ambientato in una scuola femminile dello stato della Virginia nel 1864. "L'inganno", scritto e diretto da Sofia Coppola, con un cast stellare di donne, fra cui Kirsten Dunst e Elle Fanning, è stato presentato al Festival di Cannes. Fra le protagoniste, Nicole Kidman, che ha esortato a sostenere le donne registe. "L'inganno" è il remake di un film del 1971 dove Clint Eastwood interpreta un soldato ferito che si dimostra un seduttore seriale; ma questa volta la pellicola è girata dal punto di vista delle donne.

"La premessa era qualcosa che non avevo mai visto, così interessante, su una scuola per ragazze nel sud durante la guerra civile e un soldato nemico. Il film originale - afferma Sofia Coppola - è stato girato da un punto di vista maschile, dal punto di vista del soldato, e ho pensato che sarebbe stato interessante tornarci sopra e farlo vedere dal punto di vista delle donne. Così ho preso il libro e ho cominciato ad immaginare come potesse diventare la storia vista dalle donne in quel momento".

"Appena il 4% delle donne, credo, ha diretto i principali film nel 2016 - 4,2% è la cifra del gruppo Women in Film. Su oltre 4mila episodi di serie tv - dice Nicole Kidman - solamente 183 sono stati diretti da donne".

"Noi come donne dobbiamo sostenere le registe donne, è un dato di fatto. Speriamo che cambi qualcosa con il tempo ma tutti già dicono "oggi le cose sono diverse" e invece non è vero. Basta vedere i numeri.

"E' stata un'esperienza eccezionale - dice da parte sua l'attore che interpreta il soldato Colin Farrell - mi sono seduto a guardare queste donne fare un lavoro incredibile ed essere diretti da Sofia, una delle due donne registe con cui abbia mai lavorato. L'altra era Liv Ullman".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news