Cerca

Energia, Borletti Buitoni: visione ampia per tutelare territorio

Il sottosegretario alla tre giorni del Wec a Trevi in Umbria

0

Trevi, (askanews) - Una Strategia energetica nazionale non può prescindere da una visione più ampia che si occupi anche di tutela del territorio e del paesaggio, fondamentali per l'Italia e per il suo patrimonio artistico. Ne è convinta il sottosegretario al ministero dei Beni culturali, Ilaria Borletti Buitoni, intervenuta a Trevi comune umbro dove Wec Italia e Associazione nazionale per il clima hanno deciso di organizzare una tre giorni di riflessioni sui temi dell'energia, della Strategia energetica nazionale e di come comunicarli. E Trevi in particolare punta a far diventare la fascia oleata che la unisce ai comuni umbri di Spoleto, Assisi, Foligno, Spello e Campello sul Clitunno, patrimonio dell'Unesco.

"Io credo che queste giornate siano molto importanti - ha detto il sottosegretario - intanto perchè il tema dell'energia è fondamentale ma trattato dentro un territorio così speciale, così unico, come il territorio in cui siamo oggi, fanno sì che si debba capire come il tema dell'energia debba entrare in una riflessione più ampia che è quella della tutela del paesaggio, della gestione delle mutazioni del territorio, e quindi della tutela ambientale. Tutto questo è possibile quando si ha una visione, ed è quello che in un certo senso questo incontro vuole disegnare". "Un altro aspetto - ha aggiunto - molto positivo è che tanti comuni si sono messi insieme per valorizzare l'identità di un terrotorio che li unisce e questo può essere, soprattutto in una regione come l'Umbria, un esempio formidabile per stimolare quel turismo culturale che nella nostra regione trova un esempio unico. Quindi da queste giornate nasce un esempio non solo nella sostanza dei temi ma anche nel modo in cui procedere, per gestire e realizzare le conclusioi cui questi temi hanno portato".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news