Cerca

Mobilità, con TotalErg torna settimana della Sicurezza Stradale

Terza edizione, corsi per 400 studenti romani

0

Roma, (askanews) - Al via la terza edizione della settimana della Sicurezza Stradale, con di corsi gratuiti, teorici e pratici, per 400 studenti delle elementari capitoline, grazie all'iniziativa promossa da TotalErg con il patrocinio dell'Assessorato alla Città in Movimento di Roma Capitale in collaborazione con il Parco Scuola del Traffico.

Il progetto educativo è stato presentato da Grégoire Natta, Amministratore Delegato di TotalErg, da Diego Porta, Comandante della Polizia Locale di Roma Capitale e da Federica Petrignani, della Direzione per l'Educazione Stradale, la Mobilità e il Turismo di ACI

Per TotalErg quello con la sicurezza stradale è un connubio automatico, come conferma l'ad Natta:

"La sicurezza stradale fa parte del nostro mestiere, noi siamo fornitori di carburanti e i nostri clienti sono automobilisti. Abbiamo a cuore la formazione dei giovani per trasmettere comportamenti corretti sulla strada. Consideriamo anche che loro hanno un ruolo importante nella società, cioè essere ambasciatori della sicurezza perchè pensiamo che i genitori siano più propensi ad ascoltare i propri figli che altri adulti, o addirittura chi detta le regole, cioè vigili e polizia".

Anche per Diego Porta, Comandante Generale della Polizia Locale di Roma il momento della prevenzione delle violazioni della normativa del Codice della strada rappresenta un profilo altrettanto importante rispetto a quello della loro repressione:

"Io sono assolutamente un sostenitore forse ancora della maggiore importanza del momento preventivo e della formazione a tutti i livelli. Questa iniziativa è importante perchè accanto allo Stato che si deve occupare della sicurezza stradale e della formazione è importante anche il contributo del privato".

Ed educare alla Sicurezza Stradale è uno degli obiettivi dell'Automobile Club d'Italia. Non solo con il lavoro sui giovani fatto al Parco Scuola Traffico ma in tutto il territorio nazionale. Federica Petrignani, della Direzione per l'Educazione Stradale, la Mobilità e il Turismo di ACI:

"Quello che facciamo è riuscire a trasmettere una cultura nuova alla sicurezza stradale, formando e informando i bambini perchè sono loro i futuri automobilisti".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news