Cerca

Nepal al voto locale dopo 20 anni fra le tensioni

Bomba disinnescata davanti a casa di un candidato

0

Kathamandu (askanews) - Il Nepal è tornato al voto per le elezioni amministrative dopo 20 anni. Un passo cruciale e carico di tensioni in un paese dalla storia democratica complicata e ancora alle prese con le conseguenze del terremoto che nel 2015 ha distrutto intere regioni e ucciso 8mila persone.

Una votazione segnata dalle tensioni per i disordini al confine con l'India, dove la minoranza Madhesi si rifiuta di partecipare prima di una legge contro la discriminazione. C'è stato anche un allarme bomba, per un esplosivo trovato fuori dalla casa di uno dei maggiori candidati dell'opposizione.

Episodi che non hanno intimorito i votanti, arrivati in massa ai seggi: con il 70% della popolazione sotto i 35 anni, per molti elettori questa è stata la prima volta.

"Io sono ottimista e spero in un cambiamento positivo, dice questa donna, ma vedremo dopo cosa faranno quelli che hanno avuto il nostro voto".

I candidati sono circa 50mila in 283 comuni. Nella capitale Kathamandu la scheda elettorale è lunga più di un metro e comprende i nomi di 878 candidati.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news