Cerca

Le 6 priorità di Macron all'Eliseo

Lavoro, scuola, Europa e terrorismo

0

Roma, (askanews) - La moralizzazione della vita pubblica, per mettere fine al nepotismo dei parlamentari con il divieto di dare lavoro a membri della propria famiglia o della cerchia più ristretta. Sarà anche vietato esercitare un ruolo di consulente durante il mandato parlamentare. La stipendio dei parlamentari sarà tassato integralmente.

La riforma del Codice del lavoro: vuole semplificare il codice del lavoro dando più spazio alla contrattazione aziendale o di settore e reintroducendo il tetto agli indennizzi in caso di licenziamenti. Un progetto che punta a una grande flessibilità nel mercato del lavoro.

La riforma della scuola primaria: vuole formare classi di 12 allievi al massimo nelle aree dove più forte è l'abbandono scolastico, reintrodurre le classi bilingue e cancellare in parte la riforma dei licei. Intende anche reclutare oltre cinquemila insegnanti di provata esperienza e assegnarli alla realtà più difficili.

Lo sviluppo della costruzione europea: Macron sceglierà come destinazione del suo primo viaggio all'estero Berlino, per un incontro con la cancelliera tedesca Angela Merkel; vorrebbe proporre delle convenzioni democratiche nell'Unione europea a proposito del "contenuto dell'azione dell'Unione" e sulle "sue priorità". Rafforzare ed estendere il programma Erasmus e rilanciare la difesa europea.

La lotta al terrorismo: vuole mantenere lo stato d'emergenza e nel corso dell'estate creare uno stato maggiore permanente per le operazioni di sicurezza interna, di intelligence e di lotta al terrorismo, oltre a una cellula speciale di servizi segreti dedicata a Daesh, l'Isis.

Rapporto sullo stato delle finanze pubbliche: vuole richiedere un rapporto immediato sulle finanze pubbliche per disporre entro metà giugno di dati certi relativi al bilancio e alle entrate fiscali.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news