Cerca

La rivoluzione di Marchionne

La Ferrari riparte da una donna: Maria Mendoza al controllo qualità del Cavallino

3

La Ferrari riparte da una donna: Maria Mendoza, spagnola di 42 anni, già in Fca dal 2012, dove guidava una squadra di 25 persone con l’incarico di controllare la qualità dei fornitori dei motoristi del gruppo. Esattamente il campo in cui sono letteralmente "saltate" le Ferrari di Vettel e Raikkonen. Marchionne, per tentare di risollevare il Cavallino dalla crisi di affidabilità in cui è caduto, le sta provando tutte. "Non si possono perdere dei mondiali per particolari da 59 euro che si rompono": il presidente è stato chiaro nel suo recente discorso a Wall Street. La donna scelta da Marchionne (nome anticipato da motorsport.it) in Fca aveva il compito di controllare la qualità dei materiali in arrivo dai fornitori esterni per i motori del gruppo. Un ruolo chiave. La descrivono come molto tosta e molto esigente con i fornitori. E se il metodo Mendoza ha funzionato in Fca perché non pensare possa funzionare anche alla Ferrari. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • er sola

    11 Ottobre 2017 - 19:07

    In ferrari si sentiva il bisogno di una Fca... per tirare su il morale.

    Report

    Rispondi

  • Leopard47

    11 Ottobre 2017 - 17:05

    Caro Marchionne la macchina non esiste in vendita la dovete fare voi senza se e senza ma inutile scaricare le colpe altrui nel campo della formula uno non ce compassione ne pietà.

    Report

    Rispondi

  • miacis

    11 Ottobre 2017 - 16:04

    Alla guida della Ferrari ci può stare solamente un ex pilota diversamente si deve sperare che arrivi un altro Michael Schumacher a colmare le ovvie lacune tecniche dei faccendieri.

    Report

    Rispondi

ultime news