Cerca

Guerra

Roma-Juve, Spalletti umilia Totti: solo tre minuti in campo. Il capitano furibondo: ecco il video

6

Francesco Totti contro Luciano Spalletti, ultimo atto. La Roma stravince con la Juventus, al 21esimo della ripresa era già in vantaggio per 3-1. Ma il mister decide di umiliare ancora il Pupone: per lui solo tre minuti in campo in quella che potrebbe essere l'ultimissima partita contro gli arcirivali bianconeri. Uno sfregio bello e buono, concedergli soltanto tre minuti. E infatti, il Capitano non l'ha presa bene, affatto. Subito dopo il triplice fischio, sguardo basso e inferocito, si dirige negli spogliatoi senza esultare né salutare nessuno, men che meno Spalletti. Una guerriglia continua.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • angelo41

    16 Maggio 2017 - 21:09

    A prescindere dall'età di Totti e del fatto che la Roma ne ha fatto una bandiera, che senso ha far entrare un giocatore al 93° minuto? E' una meschineria dell'allenatore, che poi giustifica perchè non ha vinto nulla nella sua carriera.

    Report

    Rispondi

  • ancoraantonio

    15 Maggio 2017 - 20:08

    sinceramente sto psicodramma de nantri m'ha scassato gli zebedei,ma cosa volete che ce ne strafreghi delle paturnie di queste due primedonne di seconda mano!Spalletti piantala e tu totti vedi di andare in pensione a goderti i troppi milioni che il popolo bue italiota ti ha regalato.

    Report

    Rispondi

    • Reef Nick

      15 Maggio 2017 - 22:10

      Emigrato, sei infelix perché frustrato. "troppi milioni" a Totti e Spalletti non li ha dati il "popolo bue" (cioè quello di cui fai certamente parte), ma l'A.C. Roma, che si finanzia tanto con gli abbonamenti, quanto con le sponsorizzazioni, i diritti televisivi e i varii introiti della partecipazione alle coppe europee.

      Report

      Rispondi

  • FabiettoFJ

    15 Maggio 2017 - 19:07

    Credo che Spalletti non sia un cretino e che voglia farsi del male. Nel calcio si sa che a pagare per i pessimi risultati è sempre e solo l'allenatore. Dal momento che è stipendiato per fare delle scelte ha il dovere di decidere come meglio crede.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news