Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Lo sfogo

Il grido di dolore di Alex Schwazer: "Io sono pulito. Non ho bisogno del doping"

Alex Schwazer torna a ribadire la sua innocenza davanti ai giornalisti. "Non mi sono dopato, non ne vale più la pena ma voglio andare alle Olimpiadi di Rio. O qualcuno mi ha dato di nascosto la sostanza, o la provetta è stata manipolata", denuncia il marciatore altoatesino già squalificato per Epo prima dei Giochi di Londra e trovato positivo agli anabolizzanti in un test di gennaio. Schwazer, sospeso dalla Iaaf, chiede il test del Dna sul campione che lo incastra...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zuma56

    14 Luglio 2016 - 14:02

    Una domanda sorge spontanea: se non ha bisogno di doparsi perché l'ha fatto ? Forse, oltre che del doping, avrebbe bisogno di qualche medicina per curare la memoria.

    Report

    Rispondi