Cerca

Prego?

La velina nera di Striscia, il dramma del razzismo a scuola: "La maestra disse: Bimbi, arriva una..."

3

Il razzismo e la velina bionda (di colore) di Striscia la notizia, un rapporto che va avanti da molti, molti anni. Mikaela Neaze Silva, insultata sui social all'annuncio della sua "nomina" e, qualche settimana dopo, per essersi esposta pubblicamente a favore dello Ius soli, ha raccontato a Repubblica i risvolti più privati e dolorosi della sua infanzia.

"Siamo andati a vivere a Genova. Ho fatto la prima elementare alla scuola che c'è vicino alla stazione di Brignole. Poi ci siamo trasferiti perché non era una bella zona. La mamma ha trovato casa a Castelletto, e siamo vissute lì, io, lei e la mia sorellina. È un bel quartiere, famiglie agiate, e ci stavo da Dio, peccato per gli insulti che ho ricevuto. Ma pazienza. Mi insultavano perché ero negra. Ma i miei compagni di classe evidentemente avevano assorbito una cultura diversa dalla mia, più aggressiva verso il diverso. E poi avevano sbagliato a presentarmi. La maestra aveva detto: Bambini, arriverà una nuova compagna, è russa. Quando mi hanno visto, un ragazzino schifato mi ha detto: Tu non sei russa, i russi non sono di colore, tu dici le bugie. Poi mi escludevano dai giochi, così una volta mi sono arrabbiata e ho rotto dei vasi di piante. Ho cominciato a fare amicizia e il problema della pelle è sparito".

Difficili anche i rapporti al liceo linguistico: "Una prof mi ha fatto fare un corso di italiano per stranieri. Volevo dirle: Guarda che l'italiano lo parlo meglio di te, che hai l'accento genovese. E so fare il pesto, io. Il corso però l'ho fatto. E comunque parlo anche genovese. Poi parlo portoghese, inglese, francese. E anche un po' di cinese, ho lavorato lì per tre anni".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mariocalcagni

    11 Ottobre 2017 - 13:01

    Se Mikaela è brava perché non deve fare STRISCIA ? È una TV PRIVATA. NON ACCETTO , però CHE TUTTI QUESTI STRANIERI DEBBANO AVERE " DOPPIO PASSAPORTO" ....

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    11 Ottobre 2017 - 07:07

    "Una prof mi ha fatto fare un corso di italiano per stranieri." Il classico ignorante che ha trovato il posto nella scuola grazie alle sue simpatie politiche di sinistra ed alla sua profonda ignoranza. La scuola da anni è in mano a questi pseudoculturati di sinistra incapaci di creare una classe di giovani preparati.

    Report

    Rispondi

  • libero14

    libero14

    11 Ottobre 2017 - 07:07

    Come evidenziato da altri più sotto, i bambini sono di natura "cattivi", cercano qualsiasi appiglio per punzecchiare. Mia figlia era arrivata in Costa d'Avorio a 4 anni e tornata in Italia a 10. Nonostante fosse nata a Trieste, parlasse triestino e fosse bionda come una vichinga, in classe la prendevano in giro tipo "scendi dall'albero". In questi casi, un calcio in culo e problema risolto.

    Report

    Rispondi

ultime news