Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Ballarò

Scontro in diretta tv, Di Battista umilia Giannini, gelo in studio

Scontro in diretta tv a Ballarò su Rai tre tra Massimo Giannini e Alessandro Di Battista del Movimento 5 stelle. "Dite di andare per conto vostro", sottolinea il conduttore irritando il deputato grillino, "ma domenica prossima, voi avete dei voti in frigorifero, voi che fate per esempio a Milano? Esprimete qualche orientamento, restituite il favore al centrodestra oppure continuate a conservare questa vostra purezza che vi rende incontaminati e non compatibili con nessuna altra forza politica?". Dopo alcuni istanti di silenzio, Di Battista muove le mani come per dire: "Ma cosa stai dicendo?" e infatti il conduttore gli strappa le parole di bocca: "Ma che stai a dì?". "Giannini ma che ragionamento è? Ma che appartengono a me i voti? I voti appartengono ai cittadini. Ma che significa essere congelati? I cittadini valuteranno chi votare. Non siamo elettori, siamo cittadini e italiani, questa è la logica del Movimento".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nordest

    15 Giugno 2016 - 17:05

    Se a Roma vincerà il PD vedremo : truffe , caos, sporcizia e magna magna per le Olimpiadi ...poveri romani e poveri italiani... che dovranno pagare il conto a questi furfanti.

    Report

    Rispondi

  • itas50

    15 Giugno 2016 - 16:04

    E' normale per chi sta a sinistra , considerare gli elettori dei pecoroni che in gregge vanno a votare il partito !!...hanno fatto così per anni !! ...ora dice bene Di Battista , ma per i sinistroidi è conveniente considerare pecoroni, non più i propri elettori che a onor del vero molti di loro si stanno svegliando, ma quelli degli altri !!

    Report

    Rispondi

  • zhoe248

    15 Giugno 2016 - 12:12

    Solita domanda provocatoria e ridicola del giornalista. Bene ha risposto Di Battista. Al ballottaggio ci sono solo 2 candidati, ed è ovvio che avranno anche voti di elettori che al primo turno si erano espressi per altri partiti. Ma essendo un sinistro ste cose non le concepisce, salvo che a beneficiarne sia la sinistra, allora sarebbe del tutto normale.

    Report

    Rispondi