Cerca

Senaldi

"Giudici diversi? E se il Cav avesse ragione?"

0
In poche ore i giudici italiani si sono attirati una buona dose di critiche, ben motivate. A L'Aquila sono stati condannati i sismologi della commissione Grandi Rischi con l'accusa di non aver previsto il tremendo terremoto dell'aprile 2009, avendo sottovalutato lo sciame di scosse. D'ora in poi, il rischio è che ogni "tecnico", nel timore di finire in galera, per precauzione disponga la necessità di evacuazione al primo sussulto. In galera, invece, ci finirà sicuramente il direttore del Giornale Alessandro Sallusti. La Cassazione ha reso note le motivazioni della condanna a 14 mesi di carcere per diffamazione e omesso controllo. Al di là delle storture giuridiche (Sallusti non era l'autore del commento incriminato, lo era Dreyfus- Renato Farina che lo ha ammesso pubblicamente), anche qui il rischio è di veder messa a rischio la libertà di stampa e di opinione. Silvio Berlusconi, qualche anno fa, si beccò insulti dalla sinistra per aver definito i magistrati "antropoliticamente diversi". Sbagliò, ma la sensazione oggi è che abbia fatto bene, allora, a porre il dubbio. Il videoeditoriale del vicedirettore di Libero Pietro Senaldi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

ultime news