Cerca

Bum bum

Paolo Gentiloni gioca alla guerra: "Siria, l'Italia non è neutrale"

17 Aprile 2018

9

Tecnicamente, Paolo Gentiloni è ancora premier. E così, in aula alla Camera dei deputati, legge un'informativa sui recenti sviluppi della situazione in Siria: "Da presidente del Consiglio ho definito come motivata la risposta del 14 aprile da parte degli Stati Uniti, Francia e Regno Unito, una risposta mirata e circoscritta non ci sono indicazioni di vittime civili danni collaterali, una risposta circoscritta e l'assenza di incidenti lo indica", afferma il premier dimissionario. E ancora: "Credo che non possiamo accettare che si torni a cento anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale a legittimare l'uso della armi chimiche, non possiamo accettarlo", ha detto con tono appassionato. Dunque, Gentiloni afferma: "L'Italia non è neutrale, è un coerente alleato degli Stati Uniti". Una netta presa di posizione, dunque. Anche contro Matteo Salvini, il quale ha definito "pazzesco" l'attacco in Siria e ha una posizione decisamente più filo-russa.

Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • realityman17m

    18 Aprile 2018 - 09:09

    ma questo cesso ambulante CHI RAPPRESENTA ???? NON CERTO GLI ITALIANI .

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    17 Aprile 2018 - 19:07

    Abbresci....invece di abbaiare sempre....vai a lavarti !

    Report

    Rispondi

  • esasperata49

    17 Aprile 2018 - 18:06

    ma siamo sicuri che c'erano le armi chimiche,è stato dato l'ok per i controlli dopo i bombardamenti xciò nn ne avevano la certezza. siamo senza un governo xciò gentiloni può parlare a carattere personale e nn prendere nessuna azione a nome del popolo italiano che l'ha mandato (si fa x dire) a casa dal marzo scorso.invece metta in chiaro, a chi ha bombardato, di prendersi eventuali profughi

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

ultime news