Cerca

parola di presidenta

La Boldrini imperialista: "L'Europa deve unirsi per diventare la prima potenza economica mondiale"

3

Laura Boldrini, tolte le vesti della terzomondista pauperista, mette quelle della pasionaria nazionalista. La presidente della Camera si lascia andare a uno sproloquio sull'Unione europea, e sulla necessità storica di progredire verso gli Stati Uniti d'Europa perché, dice: "Noi abbiamo un quarto del Pil di tutto il pianeta, superiore a quello degli Stati Uniti, e a quello della Cina". Un discorso intriso di ultranazionalismo novecentesco, che stride con la tradizione politica della signora Boldrini. Poi la presidente rincara la dose dicendo che "siamo 500 milioni di abitanti", una frase che ricorda gli "otto milioni di baionette" di mussoliniana memoria. Niente male per una che si fa portabandiera dei diritti umani e della pace tra i popoli. Infine la stoccata definitiva, che renderà la Boldrini l'idolo delle destre xenofobe e nazionaliste europee che odia tanto. "Se noi fossimo una entità unica, saremmo la prima potenza economica al mondo", che rappresenta per la Boldrini lo stimolo a "integrare ancora di più questa nostra Europa". Dunque un progetto di carattere imperiale, necessario per essere i primi al mondo, poco importa se a questo progetto vengono sacrificati democrazia e diritti sociali, la strada è quella. Come biasimarla: anche la Boldrini vuole "un posto al sole".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • begeca

    27 Ottobre 2017 - 12:12

    ta volta ha ragione da vendere bisogna creare l'Unione POLITICA e non solo economica

    Report

    Rispondi

  • Damm a trà

    Damm a trà

    27 Ottobre 2017 - 12:12

    Si, dai, così. Regina suprema, presidenta del sistema solare e imperatrice di tutte le galassie. Datele una leva e vi solleverà il modo.

    Report

    Rispondi

  • er sola

    27 Ottobre 2017 - 12:12

    Ma chi ci crede a questa qui??

    Report

    Rispondi

ultime news